Lavoro Agile

Folla con maschere

PRIMA PARTE

Trattasi di “Lavoro Agile” (“Agile Working”) quando una persona e’ in grado di avere con se’, con leggerezza ma in sicurezza, quanto e’ necessario per poter espletare buona parte delle proprie mansioni lavorative da qualunque luogo, in remoto, H24 e 7/7.

Con l’avvento della pandemia Covid-19 (inizio anno 2020 in Europa), invece, si e’ molto parlato di “Smart Working” (“Lavoro intelligente”) che in realta’ era riferita al lavoro svolto nella propria abitazione (“Home Working”) per via delle restrizioni agli spostamenti e il divieto agli assembramenti per motivi sanitari.

Buona parte dei lavoratori, ora, si sono abituati a lavorare lontano dal luogo di lavoro, o meglio da casa o dai luoghi di vacanza, in auto, nei bar, ecc. e il bisogno di essere reperibile durante l’orario di lavoro potrebbe anche permettere ad ognuno di noi di fare durante qualche intervallo un tuffo in piscina o una corsetta, prendere i figli a scuola e accudire i genitori anziani, ecc.

Potrebbe da ora in avanti esserci un nuovo e diverso comportamento e approccio lavorativo e puo’ essere che anche la nostra vita e salute, mentale e fisica, dagli affetti familiari alle amicizie, possano migliorare il nostro senso di umorismo e benessere fisico dovendo svolgere meno giorni in presenza presso il luogo del proprio datore di lavoro.

Puo’ essere anche che ne beneficiera’ l’inquinamento atmosferico e pure quegli imprenditori che offrirebbero prodotti e servizi per il tempo libero con continuita’ e non piu’ ristretto a pochi giorni della settimana e/o a brevi periodi dell’anno.

Cosa bisogna fare/avere per condurre tutto cio’?

Come cambiera’ il nostro modo di lavorare?

Se siete curiosi cliccate                , non temete e’ gratis!